Vacanza con bambini di 10 mesi |Organizzazione

Vacanza con bambini piccoli? Tranquilli è possibile. Come saprete già, io ho due gemellini, Bianca e Valerio, hanno 10 mesi, e quest’anno insieme abbiamo vissuto una delle più belle vacanze della mia vita.

Qualche anno fa, ho perso mio zio, il fratello di mia mamma. Lui era lo zio indipendente. Abitava sotto di me e, delle volte, capitava che andavamo a bussare alla sua porta e non rispondeva nessuno. Guardavamo in garage e la sua macchina non c’era… era partito! Girava il mondo, ma il suo posto del cuore, il suo angolo di paradiso, dove fuggiva appena poteva, erano le Dolomiti.

Ci raccontava di posti incontaminati, immersi nel verde, di persone genuine e di passeggiate tra i boschi che facevano bene all’anima. Tutto vero!

Abbiamo, con mio marito, deciso che la prima vacanza dei gemellini sarebbe stata lì… e così è stato. Li abbiamo visti rotolarsi nell’erba, illuminarsi alla vista delle mucche, delle pecore e dei cerbiatti. Li abbiamo sentiti ridere entusiasmati nei boschi, guardare con il nasino all’insù quanto alti fossero quegli alberi. E’ stato stupendo.

Abbiamo affrontato il viaggio in macchina. Partiti la mattina alle 5, abbiamo deciso di fare il viaggio in due volte ed abbiamo pernottato a Mantova, in un bellissimo agriturismo ad un passo dal centro. Abbiamo ripreso la strada la mattina seguente, sempre molto presto, in modo che i bambini per gran parte del viaggio avrebbero dormito. Quando si sono svegliati eravamo quasi arrivati, ma erso organizzatissima. Ci siamo muniti di un cd con tutte canzoni dello Zecchino d’oro ( la salvezza), biscottini e pupazzi. E così tra un pupazzo che ballava e la mamma che cantava, siamo arrivati senza problemi.

Abbiamo alloggiato nell’hotel Neuwirt, accogliente e molto pulito. A destra avevamo la montagna e a sinistra, su cui affacciava la nostra stanza, un ruscello che con il suo rumore rilassante conciliava il sonno a tutti.

Il posto ideale dove scappare quando nella tua città si sfiorano i 40°. Lì la temperatura non superava mai i 25°. Il giorno giravamo con la T-shirt e la sera bastava un giacchettino. Molto importante il K-way, perchè la pioggerella è sempre dietro l’angolo, e gli scarponi per le escurzioni nei sentieri.

Vi domanderete: ” E le escurzioni come le avete fatte? ” Abbiamo comprato degli zaini con seggiolino per trasportare i bambini, dotati di cappotta parasole e telo copertura anti pioggia, comodissimi.

Vi lascio una lista degli essenziali , cioè di quelle cose da mettere assolutamente in valigia, perchè io essendo la prima vacanza ho portato di tutto, ma ho usato pochissime cose. Spero che questo articolo vi sia utile.

Vacanza con bambini:

Cosa mettere in valigia (per grandi e piccini)

Oltre alle classiche cose che mettiamo in valigia come: mutade, saponi, profumi ecc… ecco una lista degli essenziali per la montagna.

  • Canotte (per grandi) e body a mezza manica (per piccini)
  • magliette a maniche corte
  • giacchetti della tuta
  • Qualche magliettina lunga se decidete di uscire la sera
  • Qualche jeans sempre per il motivo detto sopra
  • tute lunghe di cotone (controllate il meteo ma se partite in estate vi sconsiglio le tute pesanti)
  • calzini
  • scarponi e calzini pesanti ( per i bambini che non camminano perchè nei boschi, e se piove i piedi si gelano)
  • cappellino per sole
  • crema solare 50
  • pannolini, salviette e crema
  • K-way (per grandi e piccini)
  • ombrellino e coperture per bambini

Oltre a queste cose io avevo sempre con me, quando uscivamo per le escurzioni, una borsettina frigo in cui tenevo i succhi di frutta, i biberon con l’acqua, una bottiglietta per noi e qualche snack o frutto sempre per i piccoli.

Per evitare di portarmi tutta casa dietro, ho fatto viaggiare il mio mini stendino da balcone, con qualche molletta ed ho usato il kit che si usa per trasportare i saponi in aereo, per portare i detersivi: Detersivo, un pò di ammorbidente e un po di sgrassatore.

La sera quando rientravamo mettevo le maglie ( che sono la cosa che si sporca di più perchè si suda) a mollo con acqua calda ed i vari saponi, pretrattando le macchie più difficili con qualche spruzzo di sgrassatore. Sciacquavo bene e stendevo, vi consiglio di stendere fuori solo se splende il sole, altrimenti mettete dentro che il tempo è molto varibile. Contate che ci vuole un giorno, anche due, per far si che tutto sia asciutto.

Ho anche usufruito di una lavanderia automatica, per i vestiti più grandi o più sporchi. La trovate a Brunico, si chiama Lavapiù. Un lavaggio vi costa max 10 euro e l’asciugatura 2 euro ogni 10 minuti. Molto comoda.

Per quanto riguarda i ristoranti, noi abbiamo fatto sempre cena in hotel (dove la sera prima ti portavano il menù per scegliere le pietanze ed appuntare il pasto che si desiderava per i babini). Io non ho portato pappe con me e mi sono trovata benissimo.

Per quanto riguarda la colazione, noi la facevamo in hotel e per i gemelli mi sono portata lo scalda biberon, dei biberon che usavo solo per il latte e dei biscottini. Il pranzo lo facevamo nelle baite. Si mangia benissimo un pò ovunque ma il posto che ci è rimasto nel cuore, il quale era il punto fisso di mio zio (ed abbiamo capito perchè), si chiama Mittelstation e si trova sulla strada per andare sulla cima di Monte Spico. Un posto accogliente con cucina tradizonale. Potrete gustare un Gulash stratosferico e una pasta buonissima chiamata Jonathan.

Il Gulash con patata al cartoccio e salsa all’aglio

Vi consiglio davvero una vacanza così. Abbiamo mangiato mirtilli e lamponi appena raccolti e fatto pisolini nei boschi fantastici.

Quindi una vacanza con bambini piccoli è possibile? Si e ve la consiglio!

Spero che questa piccola guida vi sia utile. E spero che mio zio sia stato con noi tutto il tempo.

Se avete altre domande scrivetemi senza problemi. Mi trovate anche qui: Instagram.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *